Ricette "InVenta"


Sperimentazione e fantasia per Risi e Risotti che stimolano la tua curiosità e il tuo savoir faire ai fornelli.


Riso Carnaroli mantecato al pecorino con piccione e brodo al Chianti


GG053

Cosa ti serve

  • [   ] 240 g riso Carnaroli del Pavese
  • [   ] 2 piccioni di 500 g cadauno
  • [   ] 2 piccole cipolle
  • [   ] 2 carote
  • [   ] 2 coste di sedano
  • [   ] 1 mazzetto di timo
  • [   ] 1 stecca di cannella
  • [   ] 3 chiodi di garofano
  • [   ] 3 bacche di ginepro
  • [   ] alloro
  • [   ] 50 g pecorino di Pienza stagionato e grattugiato
  • [   ] 100 g olio extravergine di oliva
  • [   ] 1 l brodo di piccione bollente

Proposto da: Gaetano Trovato


70'
3
Elaborata

Seguici sui social

Partnership

Ciao Gusto

Come si prepara:

Preparazione del riso Carnaroli: disossare i piccioni. Con le ossa della carcassa preparare la salsa ristretta tostandole in forno a 200° con la cipolla, la carota e il sedano per circa 15 minuti.

 

Mettere tutto in una casseruola e bagnare con il Chianti unendo il timo, la cannella e il ginepro. Quando il vino sarà quasi evaporato coprire con acqua e lasciar ridurre per ottenere una salsa da filtrare.

 
Preparare il brodo mettendo a freddo in 2 l di acqua, le cosce e le ali dei piccioni, 1 costa di sedano, mezza cipolla con inseriti i chiodi di garofano, 1 foglia di alloro e 1 carota. Portare a ebollizione, schiumare e cuocere per 45 minuti.
Saltare con un filo di olio i petti di piccione dorandoli bene dalla parte della pelle, salarli e passarli in forno a 200° per 3 minuti.

 
In una casseruola tostare mezza cipolla tritata con l’olio, aggiungere il riso Carnaroli e tostarlo leggermente. Continuare la cottura aggiungendo poco per volta il brodo bollente. A cottura ultimata aggiustare di sale e pepe e mantecare il risotto fuori dal fuoco con il pecorino e un filo di olio.
Servire in piatti ben caldi con sopra i petti tagliati a ventaglio, decorando a filo bordo con la salsa al Chianti.


Stampa la ricetta

Altre ricette "InVenta"