Riso Gallo

Risotto e pesce, il giusto abbinamento di vino.


Di Alessia Bianchi 28 marzo 2014

In quest’ultimo periodo ho frequentato un corso di food design, cucina creativa, con lo chef Riccardo Cominardi. È risaputo che anche l’occhio vuole la sua parte e che si mangia anche con gli occhi quindi, secondo il mio parere, impiattare bene rientra nelle fasi importanti del cucinare.
Colori vivaci e ordine nella disposizione, bisogna avere un gusto estetico e una fantasia creativa ma poco alla volta si può imparare.
Per fare delle prove l’altro giorno ho voluto giocare principalmente con i colori. Avevo trovato la ricetta del risotto con cavolo viola, petali di capesante e gamberi rossi e mi sembrava la più giusta per provare.
Ho avuto difficoltà a trovare il cavolo viola quindi ho modificato la ricetta utilizzando al suo posto la barbabietola (mi sembrava che potesse render l’idea ugualmente) e il risultato è stato mirabile, un tripudio di allegria nel piatto.
Questa mia fantasia di risotto andava coronata con un buon vino. Qual è il miglior abbinamento di vino con un risotto al pesce?
Che ci si trovi a casa o al ristorante la domanda è sempre la stessa: qual è il miglior abbinamento di vino con questo cibo?
Tantissime sono le etichette che si trovano nelle enoteche o nei supermercati e muoversi nei meandri non è semplice.
Le regole da tenere a mente per ben abbinare sono parecchie e serve tanta pratica per arrivare a ottimi risultati al palato, la principale è la regola per cui i piatti e i vini devono essere in armonia tra loro, solo così riescono a esaltare il gusto reciproco.
Ogni piatto ha il suo vino ideale di accompagnamento che va servito alla temperatura corretta. Occorre considerare le varie tipologie di vino, rosso e bianco, spumante, liquore, passito, bianco vivace, rosso di struttura, rosato, bianco morbido, aromatico, rosso di buon corpo, ognuna con il suo livello d’invecchiamento e importanza, per offrire un buon abbinamento cibo e vino in un menù.
Gli accordi devono stabilirsi fra gli odori e i sapori del vino e del piatto gustato.
In questo caso abbiamo nel piatto una pietanza che si abbina con un vino bianco leggero, anche frizzante in particolare con vini prodotti in Friuli Venezia Giulia. ma si accompagna bene anche con un vino secco.